IL TEMA STORICO 2017

X

HEC SOMNIA. ESPERIENZE ONIRICHE NEL MEDIOEVO

Per gli uomini del Medioevo i sogni rappresentano preziose esperienze soprannaturali, talvolta
miracolosi, come testimonia il caso del milanese Gian Paolino Brivio capitano di Asti (1425 –
1439) che venne guarito da una cancrena alla gamba dal Santo martire Pietro da Verona apparsogli
in sogno. Ma i sogni non erano popolati soltanto da creature fantastiche e Santi miracolosi, o dalle
melodie delle sfere che facevano sorridere i neonati quando dormivano. La Chiesa metteva in
guardia dai sogni fallaci perché, pur sembrando di natura divina, potevano nascondere messaggi del
demonio.
Il borgo San Pietro affronta il tema del “somno et vigilia”, con i suo simboli onirici, portatori di
significati più grandi di quelli del quotidiano dell’uomo medievale.