IL TEMA STORICO 2015

X

ASTI, TRA CURTES E CITTÀ: IN COMPAGNIA DI CONTADINI, MERCANTI, DAME E CAVALIERI

Nella città di Asti è presente ancora oggi un tessuto urbano medievale di grande importanza, ricco di torri, caseforti, resti di mura e di porte. Alla fine del XIII secolo fu costruita la prima cinta muraria che comprendeva il centro della città (recinto dei nobili) e successivamente fu necessario innalzare una seconda cinta muraria (recinto dei borghi) per inglobare le zone periferiche, ricche di attività artigianali e commerciali, sorte a ridosso del recinto delle Sepes. Le due strutture difensive non costituiscono però un elemento di separazione tra la città e il contado. All’interno delle mura vivono artigiani, contadini, studenti, mercanti, nobili, accattoni, chierici, soldati e prostitute e fin dalle prime ore del giorno attraverso le porte – e tra queste Porta San Pietro – entrano in città uomini e merci provenienti dal contado. Le strade si animano: animali domestici transitano indisturbati, gli artigiani e i mercanti espongono le loro merci al mercato di Piazza San Secondo o di Piazza delle Erbe (attuale Piazza Statuto). Non mancano i nobili, che si distinguono per lo sfarzo delle vesti e dei gioielli.

Il Corteo Storico Rosso e Verde quest’anno vuole rappresentare alcuni momenti della vita quotidiana all’interno delle mura astigiane.